giovedì 7 febbraio 2013

Gratin di spinaci di Gualtiero Marchesi



Gli spinaci sono tra le mie verdure preferite e a loro è legato un bel ricordo della mia infanzia.
C’era mio nonno, nonno Coco, che preparava gli spinaci per me e Cecilia (mia sorella). Li aveva messi in padella, a fuoco basso, poi era venuto in sala a giocare con noi. A un certo punto si è seduto sul divano e si è addormentato. Io e Ceci abbiamo continuato a giocare, poi però ci stava venendo fame…Ceci mi ah chiesto “ma allora quando si mangia?” e io le ho detto (da brava sorella maggiore di 7 anni) “ Non dobbiamo svegliare nonno perchè è stanco e dorme! Dobbiamo preparare noi da mangiare!”.

Così siamo marciate verso la cucina e ho visto gli spinaci sul fuoco, quindi dovevo mangiare quelli!

Gli ho dato un giro con un cucchiaio (quello che aveva usato mio nonno) e mi sembravano cotti. Però mica si possono mangiare così! Allora ho aperto il frigorifero e ho visto il dado…all’epoca mia madre prendeva il dado star a forma di cubetto…Così ne ho rotto un pezzo e gliel’ho sbriciolato sopra (mamma mia! Che alta cucina!!!).


Poi bisognava preparare la tavola! Ma Ceci era troppo bassa per riuscire  a mettere la tovaglia e io ero troppo bassa per raggiungere le posate che mia madre metteva in una specie di cestello nell’armadietto sopra il lavandino…Come si risolve? Abbiamo preso un asciugamano e l’abbiamo steso su una sedia e ci siamo messe sedute per terra a mangiare con un solo cucchiaio gli spinaci (una boccata ciascuna).

Non mi ricordo poi che cosa mi aveva detto nonno Coco…ma sicuramente qualcosa di divertente!!

Oggi vi vorrei proporre la ricetta di Gualtiero Marchesi per il gratin di spinaci.

Ho comprato un bel po' di tempo fa un suo libro, molto bello! 
Mi piaceva soprattutto il fatto che non avesse figure e che la carta fosse proprio quella tipo dei quaderni, non superlucida, spessa e con foto di piatti che sicuramente non mi vengono uguali...quindi decisamente fuori dalla mia portata! Potrei quasi pensare che anche a lui vengono come a me! AH AH AH XD
(Lo so che non gli vengono come a me...ma datemi l'illusione di pensarlo ^^)


Le dosi le ho un po’ ridimensionate per una porzione abbondante o 2 contorni.


Ingredienti:

  • 230 g di spinaci surgelati
  • Acqua
  • Sale
  •   Pepe
  •  Noce moscata
  •  25 g di Parmigiano
  •  20 g di burro
  • pangrattato



Prendete gli spinaci e metteteli nell’acqua bollente per scongelare e iniziare a cuocere…ci impiegano 5-10 minuti.


Poi scolateli e strizzateli bene (io ho usato un colino e poi con il cucchiaio li ho schiacciati per far uscire l’acqua), metteteli poi nel frullatore e tritateli bene.
Fate sciogliere metà burro in una padella, aggiungetevi il trito di spinaci e fate andare per alcuni minuti aggiungendo sale, pepe e noce moscata a piacere.


(Ecco i resti della preparazione)

Grattugiate il formaggio, metà lo mescolerete al trito di spinaci una volta spenta la padella, l’altro lo userete per guarnire la superficie del gratin.
Quindi, spegnete il fuoco della padella, aggiungete metà del parmigiano, mescolate e bene e lasciate riposare un attimo.
Intanto imburrate una piccola teglia, versatevi dentro gli spinaci e con il dorso del cucchiaio distribuiteli uniformemente.


Cospargete con il restante formaggio e il restante burro a fiocchi, una spolveratina di pangrattato e mettete il gratin in forno a 220°c finchè non si colora la superficie!


Servire subito!

4 commenti:

  1. Buona la ricetta ma soprattutto il ricordo :°°)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^ è uno dei miei ricordi più cari!

      Elimina
  2. Gualtiero non sbaglia mai e quando sento parlare dei nonni mi sbriluccicano gli occhi. un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ^^
      Sicuramente tirerò fuori nuove ricette di Marchesi!!! Love it!! ^^

      Elimina